Latest Album

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut rhoncus risus mauris, et commodo lectus hendrerit ac.

banner
RORY ROLLINS

Shop

ARACHNES
A New day

16.90

CD NEW AND SEALED PREORDER Release 07 th MAy 2021

Arachnes are an Italian prog metal band.

The band was formed in 1995, when the Caruso brothers (singer Enzo Caruso and guitarist Frank Caruso) decided not to continue with their Hard rock project with Firehouse to form a new band with different musical influences from groups like Led Zeppelin, Deep Purple, Queen, Van Halen, Rainbow, Whitesnake, Malmsteen, Emerson, Lake & Palmer, Jethro Tull and Yes, as well as jazz player Miles Davis and classical composers Bach, Chopin and Stravinskij.

A New Day is the seventh studio album by the Italian progressive band Arachnes, released in 2011 only in digital form,

the album upon release, got over 40 reviews with ratings from 8 to 10 from reviewers

 

 

 

10 disponibili

Descrizione

On the occasion of the tenth anniversary of the original release, Music for the Masses Records releases for the first time on cd the album A NEW DAY by the veterans Prog Power Metallers ARACHNES with a Bonus Track

TRACK LIST

1 Psychedelic Trip (Intro) – 0.04

2 I Know the Darkness – 4.59

3 Big Hearth – 3.54  4 I’m Sorry 

4.17

5 Into the Fog – 4.59

6 Magic World – 3.26

My Face Is Hard – 3.45

Running in an Old Town – 4.22

Take Your Life – 4.45

10  Parallel Worlds (orchestral version) – 2.12

11 The Reason of the Things – 3.33

12   Your Death – 4.49

13  Fireball (Deep Purple cover) – 3.34

14 First Of All (bonus track ) – 3.51

 

Label: Music for the Masses

Format: CD Digipak

Band Website : www.arachnes.eu

Band Facebook: https://www.facebook.com/arachnesband

 

2 recensioni per ARACHNES
A New day

  1. FROM TRUEMETAL.IT Attesissimo ritorno quello degli Arachnes, band guidata dai fratelli Enzo e Frank Caruso, veri e propri veterani della scena rock metal italiana che, a distanza di 5 anni dall’eccellente “In Praise Of Science”, tornano in gran forma con il sesto disco della loro carriera intitolato “A New Day”. Si tratta di un concentrato di power-progressive dalle atmosfere eleganti e sofisticate che riesce nel difficile compito di farsi apprezzare già dai primi ascolti, grazie a un songwriting maturo e ad arrangiamenti di prim’ordine. Il cambiamento di label, da Scarlet a Lion Music, e l’assenza dal mercato discografico per diversi anni, non hanno per nulla scalfito la band che, al contrario, sembra aver assorbito maggiore linfa dando vita al miglior album della propria discografia. Sottolineato che in questo disco è la varietà compositiva a far da padrone, possiamo dunque entrare nel merito musicale di “A new Day” iniziando ad analizzare l’intero lavoro.

    Si comincia dunque con la cerebrale I Know The Darkness, canzone arricchita da una molteplicità di influenze che vanno dal progressive rock anni ’70, al power metal neoclassico, in cui spiccano il guitar work sicuro e pieno di inventiva di Frank Caruso e l’ingegnoso lavoro tastieristico del fratello Enzo, impegnato anche nel ruolo di cantante dove ben si destreggia con la sua voce, caratterizzata da un ottimo vibrato, tra i complicati intrecci strumentali riuscendo a costruire appropriate linee vocali. Big Heart è una massiccia composizione power-prog che, per la scelta dei suoni, riporta alla mente il sound dei Dream Theater: solenni atmosfere, riff incrociati a melodie magniloquenti e articolate, si incontrano con un gusto che è sempre stato fuori dal comune per gli Arachnes. Capacità ribadita alla grande anche nella più sperimentale I’m Sorry, brano in cui gli spavaldi virtuosismi di Frank ed Enzo Caruso vengono adeguatamente supportati da un ottimo lavoro della sessione ritmica, perfettamente sincronizzata come anche nella poderosa Into The Fog, in cui a condurre le danze sono proprio Stefano Caironi dietro alla batteria e Gabry Baroni al basso coadiuvati dal muro sonoro delle chitarre, creando così un brano veloce e dall’impatto notevole, ma affinato con una tecnica magistrale.
    Un delicato arpeggio di piano introduce Magic World, canzone tanto particolare quanto evocativa che va a svilupparsi su una splendida cavalcata in cui emergono lucide armonie vocali in stile Kansas, l’eroicità dei primi Rush e il metal inglese dei Rainbow: proprio quest’ultimi riaffiorano nelle melodie arabeggianti che introducono la spassosa parte solista.
    My Face is Hard e Running in a Old Town sono due splendide composizioni: la prima ricca di pathos dove gli Arachnes mostrano tutta la loro ecletticità compositiva; la seconda mostra un feeling invidiabile e delle soluzioni del tutto inusuali, a dimostrazione che di fronte a ottime intuizioni melodiche, alla passione e al gusto, non c’è acrobazia tecnica che regga.
    Decisamente più oscillante verso il prog dei Dream Theater, pur mantenendo un alto tasso di energia, è Take your life, dall’andatura ritmata e dai cori affabili. Menzione speciale per la strumentale Parallel Worlds, composizione sinfonica in grado di far tremare il trono dei migliori Kamelot che, nei suoi appena due minuti di durata, riesce a catturare l’attenzione dell’ascoltatore grazie alla qualità degli arrangiamenti e all’ intensità dell’esecuzione.
    Si torna a pestare duro con The Reason Of The Things, brano che riesce a rinverdire i fasti dei primi Dream Theater conservando una freschezza esecutiva e una potenza di base notevole, con una sempre ottima performance di Frank Caruso che si conferma uno tra i migliori chitarristi della nostra penisola. Il disco si chiude con la folle Your Death brano strumentale molto tecnico e mai fine a se stesso visto che, a fianco di reazioni squisitamente progressive, troviamo improvvise impennate heavy e digressioni power suonate con grande perizia. La nostalgica Fireball (cover dei Deep Purple), esprime le radici dei fratelli Caruso quando, ancor prima degli Arachnes, nella metà degli anni’80 si muovevano sui palchi con l’hard rock graffiante dei Firehouse.

  2. FROM ROCKTOPIA.CO.UK A real pleasure from beginning to end.

    Arachnes is an Italian progressive metal band formed around 1995 by two brothers Enzo (vocals) and Frank (guitars) Caruso. The band started out life as Firehouse who were more of a hard rock band than a prog one, until the brothers decided to try a new musical concept and Arachnes was born. Taking their influences from far and wide range across musical genres, including such diversity as Yngwie J. Malmsteen, Zeppelin and Bartok the band honed their new sound and in 1997 released their debut album ‘The Goddess Temple’. Quickly onto 2011 and ‘A New Day’, and now this, my first encounter with this band and its music. Because of where they are from I was initially expecting an album that sounded a lot like Rhapsody. Instead what I heard was a group of musicians who have an interesting take on melodic prog metal, and whose CD features some excellent songs, a stellar production and wonderful performances
    These performances can best be heard on songs like the hard hitting ‘I’m Sorry’ a keyboard and guitar powerhouse of a song or the intoxicating ‘Into The Fog’ which blends beautiful guitar arrangements with some emotional vocals and a great hookline; it does not end there, however, and other gems soon follow. ‘Take Your Life’ has a forceful guitar riff that is the foundation to a song that builds layer upon layer until it reaches its towering finish, and ‘Your Death’ which is a complex track, and brought to mind Symphony X at their best. It’s an instrumental track which again has some superb guitar work from Frank, coupled with soaring keyboard runs and an awesome rhythm section, and is easily the best cut on the album, by a country mile.

    This might be my first Arachnes CD (they have recorded six others) but on this showing I know that I have been missing out on some wonderful music from a very, very good band: so it won’t be my last! Melodic prog metal when done well is always a pleasure to listen to, and ‘A New Day’ was a real pleasure from beginning to end.

    Ian Johnson

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *