Latest Album

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut rhoncus risus mauris, et commodo lectus hendrerit ac.

banner
RORY ROLLINS

Shop

EXTREMA
The seed of foolishness

(2 recensioni dei clienti)

14.90

CD NEW AND SEALED

Gli Extrema sono un gruppo trash italiano che si forma a Milano nel 1988 dall’incontro tra Gianluca Perotti (Voce), Tommy Massara (Chitarre), Cris Dalla Pellegrina (Batteria) e Mattia Bigi (Basso).
Pubblicano il loro primo lavoro TENSION AT THE SEAMS nel febbraio del 1993, dopo una gavetta durata più di 4 anni e un’esperienza statunitense. Il secondo disco della band THE POSITIVE PRESSURE OF INJUSTICE esce nel 1995 su etichetta Flying Records, e viene supportato da un tour di quasi 100 date. Dopo il disco, gli Extrema si prendono una pausa discografica che dura più di 5 anni. In questo periodo, unita ad un’intensa attività live, il gruppo prende parte anche a interessanti collaborazioni, tra le quali spiccano due pezzi realizzati insieme agli Articolo 31. Nel 2001 si legano alla nuova etichetta discografica milanese, Seven Records, con la quale pubblicano nel marzo 2001 il loro nuovo album BETTER MAD THAN DEAD.
Successivamente, la band firma per la Scarlet Records e nel 2005 la band ritorna con SET THE WORLD ON FIRE. Dopo un breve allontamento di Gianluca Perotti tra il 2006 e il 2007, nel 2009 esce POUND FOR POUND. A quattro anni di distanza è la volta del nuovo capitolo discografico THE SEED OF FOOLISHNESS.

 

Descrizione

The Seed of Foolishness è il sesto album della band thrash metal italiana Extrema.

Tracklist:

  1. Between the Lines – 4:32
  2. The Politics – 3:23
  3. Pyre of Fire – 4:00
  4. The Distance – 4:03
  5. Ending Prophecies – 6:59
  6. Bones – 4:23
  7. Again and Again – 3:10
  8. Deep Infection – 3:31
  9. Sick and Tired – 5:38
  10. A Moment of Truth – 7:13

Label : Fuel Records

Format CD Digipak

Band Website: www.extremateam.com

Band Facebook : https://www.facebook.com/extrema.official/

2 recensioni per EXTREMA
The seed of foolishness

  1. From Metalitalia: Avevamo già avuto delle brutte avvisaglie ascoltando il precedente lavoro “Pound For Pound”, salvato dal grande mestiere di una band ormai espertissima; mestiere che non basta a cementare “The Seed Of Foolishness”, ultima fatica in studio degli Extrema. Da sempre il combo milanese é stato attaccato anche violentemente, spesso prescindendo dal discorso musicale, ma fino ad oggi aveva sempre mantenuto uno standard qualitativo di discreto livello, con qualche picco e qualche lavoro meno riuscito. Il nuovo album, a nostro parere, rappresenta il primo vero flop artistico di una band che dimostra di avere ancora voglia, ma che stavolta non riesce a concretizzare al meglio le idee uscite dalle sessioni di songwriting. All’interno di “The Seed Of Foolishness” i brani da salvare sono tre o quattro, non di più. La traccia migliore del lotto é “Bones”, che forse é anche quella più derivativa, trattandosi di una power ballad dal flavour sudista che non può non ricordare Pantera e Down. Niente male nemmeno la lunga “Ending Prophecies” e la conclusiva “A Moment Of Truth”, sebbene quest’ultima probabilmente farà storcere il naso ai fan più oltranzisti. Infatti, si tratta di una ballata intimista che alterna ardori sudisti ad un certo rock americano da classifica (Nickleback, Creed), ma che viene nobilitata da una squisita chitarra vintage che tratteggia gli umori del brano. “Ending Prophecies” invece evidenzia la volontà degli Extrema di cercare strade più complesse e tecniche, pur rimanendo all’interno di un groove metal piuttosto moderno. Molto buono il finale fatto di chitarre acustiche e – anche qui – da movimenti vicini al rock di stampo sudista. Diciamo quindi che la versione “roots” degli Extrema funziona piuttosto bene. I Nostri incredibilmente cadono sui loro territori, quelli più muscolosi e legati al passato. Se l’opening track “Between The Lines” si salva per il rotto della cuffia grazie soprattutto alla prova concreta di Tommy Massara alla sei corde, brani quali “The Politics”, “Again And Again”, “Deep Infection” e soprattutto il primo estratto “Pyre Of Fire” si dimostrano noiosi, poco incisivi nonostante il tonnellaggio posto in essere e dotati di melodie che non riescono a fare la differenza, arrivando anche al limite del fastidioso in “Pyre Of Fire”. Che sia questo l’album che segnerà uno spartiacque nella discografia dei Nostri e li traghetterà verso un’ultima parte di carriera (che auguriamo loro sia ancora lunga) più pacata e meno legata agli stilemi del passato? La differente qualità dei brani qui presenti parla chiaro ed evidenzia in maniera impietosa cosa, oggi come oggi, agli Extrema riesca meglio fare; perlomeno su disco, visto che on stage fortunatamente i milanesi mantengono inalterata la loro bellicosa carica primigenia.

  2. From Metalshock FInland : EXTREMA are a well-known Italian trash metal band from Milan. They released five studio albums, one live recording and a “best of” so far, and this, “The Seed Of Foolishness” marks their sixth “studio milestone”.

    The first track “Between The Lines” is a real bomb! A sort of explosion in front of your wide-open eyes. The power of Tommy Massara’s guitar leads this song. “The Politics” is another powerful, rude track, containing some “Bay Area” influences and good lyrics. The third entry, “Pyre Of Fire”, is one of the most interesting tracks on this platter, a great rhythm section and catchy choruses that will conquer you.

    The following track, “The Distance”, continues the musical storm that characterized EXTREMA’S trademark sound and leads to the great “Ending Prophecies”. Fantastic guitar solos, powerful riffs and an haunting acoustic finale render this fifth track a blast! “Bones”, with its stoner-mood, is an unexpected and nice surprise. Their nu-metal influences are still present and Massara’s songwriting is always at top level.

    One of the highlights of “The Seed Of Foolishness” is “Again And Again”, a good and intense metal track, this leads us to “Deep Infection”. “Deep Infection” is characterized by a fantastic, heavy drumming (double-pedal at its best) and creamed-in-your-face-lyrics. Another guitar solo that will make you fly away! It is quite shocking how many breathtaking guitar solos and riffs are present on this album. Tommy Massara confirmed himself as an inspired guitar player and a dedicated songwriter.

    “Sick And Tired”, with its groovy rhythm and a catchy chorus, accompanies us to the end of this release: “A Moment Of Truth”, the tenth and final track is one of the best gifts the band could make to the listeners: a southern-flavoured ballad. Delicate melodies, soft landscapes and inspired singing by Gl Perotti present this song as a little jewel (not to mention the “ghost track”, quoting a famous movie that will make the Italian fans smile). The great conclusion for a great album.

    In conclusion: if you love Extrema and trash/groove metal you will love the “The Seed of Foolishness”!

    RATING: 8.5/10

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *